Seleziona regione di mercato e lingua
  • Svezia Svedese
  • Regno Unito Inglese
  • Germania Tedesco
  • Norvegia Norvegese
  • Danimarca Danese
  • Finlandia Finlandese
  • Francia Francese
  • Belgio Francese
  • Belgio Neerlandese
  • Paesi Bassi Neerlandese
  • Stati Uniti Inglese
  • Australia Inglese
  • Italia Italiano
  • Spagna Spagnolo
  • background Layer 1
    Giappone Giapponese
  • Corea del Sud Coreano
  • International Inglese
22 gen 2020 09.23
  • Comunicato stampa

Engcon ne ha abbastanza e lancia la campagna globale di sicurezza “Dig Smart. Dig Safe” per raggiungere la visione zero nella lotta agli incidenti sul lavoro

Dati alla mano, il numero di incidenti sul lavoro connessi all’utilizzo degli escavatori è allarmante. Il numero degli infortuni è troppo alto. Nel peggiore degli scenari, l’esito è mortale. Engcon desidera guidare il settore dello scavo verso la visione zero, grazie alla tecnologia intelligente in tutti gli escavatori. Questa campagna, che Engcon ha definito “Dig Smart. Dig Safe”, è parte integrante dell’iniziativa “Non Accident Generation”

Le statistiche ufficiali mostrano che in Europa, ogni anno, oltre 3.000 persone perdono la vita in incidenti sul lavoro. Inoltre, il numero di infortuni nel settore è allarmante.

“La sicurezza è un aspetto a bassa priorità nei settori del movimento terra e dell’edilizia, a prescindere dal mercato. Eppure, sono proprio questi settori a essere indicati spesso fra i più pericolosi. Alcune delle cause di infortunio più frequenti sono la caduta dalle macchine e i danni provocati dal distacco degli attrezzi. È inaccettabile, perché in molti casi gli incidenti portano a morti o assenze per malattia che si sarebbero potuti evitare”. Sono parole di Stig Engström, fondatore e titolare di Engcon:

“Un escavatorista gestisce spesso una macchina in spazi angusti oppure cantieri in cui lavorano tante persone. Senza l’attrezzatura di sicurezza corretta per la macchina, può capitare involontariamente di far cadere un oggetto o investire qualcuno mentre si fa retromarcia. Sono frequenti anche gli infortuni dovuti a scivolamento o caduta mentre l’escavatorista sale o scende dalla macchina”, aggiunge.

“La visione zero può trainare il settore nella direzione giusta”
Engcon è uno degli attori che da tempo è più impegnato ad azzerare il numero degli incidenti; in questo contesto, Stig Engström è in prima linea nella lotta per l’aumento della sicurezza.

“Engcon ha sviluppato il sistema di sgancio rapido più sicuro sul mercato che, in caso di collegamento errato dell’attrezzo, emette segnali visivi e acustici di avvertimento e disabilita alcune funzioni dell’escavatore. Inoltre, l’operatore deve appoggiare la benna a terra prima di poterla staccare. Grazie al collegamento automatico delle funzioni idrauliche, elettriche e di lubrificazione centralizzata, inoltre, l’operatore può cambiare gli attrezzi senza dover scendere dalla cabina. Un rotatore inclinabile riduce gli spostamenti della macchina, abbattendo di conseguenza il rischio di investire qualcuno. Le soluzioni di sicurezza Engcon non lasciano spazio all’errore umano. La tecnologia intelligente assicura che tutto proceda correttamente”, spiega Stig Engström affermando: “la visione zero, in combinazione con la tecnologia intelligente Engcon, ci permette di contribuire a trainare il settore nella direzione giusta perché sia data maggiore priorità alla sicurezza!

Impegnarsi per il cambiamento, affinché la sicurezza acquisisca una maggiore priorità
Benché Engcon sia all’avanguardia nel campo della sicurezza, resta ancora molto da fare per raggiungere la visione zero e, secondo Stig Engström, sono necessarie sia modifiche legislative che la responsabilizzazione degli attori coinvolti.

“I fornitori devono sviluppare prodotti sicuri, gli operatori devono acquistarli e i grandi committenti devono avvalersi solo di chi li utilizza. La sicurezza ci sta a cuore. La tecnologia deve prevenire gli incidenti anche in caso di errore dell’operatore. Ogni incidente è sempre di troppo e l’obiettivo deve essere prevenirli tutti”, sostiene Stig Engström.

Con la campagna di sicurezza “Dig smart. Dig Safe”, Engcon desidera avviare un dibattito e puntare i riflettori sulla sicurezza.

“Ci sentiamo dire che si tratta di un tabu e che rischiamo di tirarci la zappa sui piedi. Ma io controbatto: non abbiamo timore delle critiche. Noi ci impegniamo per aumentare la sicurezza. Lo facciamo da sempre e continueremo a farlo. È giunto il momento di passare dalle parole ai fatti. Auspico che, nel 2020, tutti gli attori si assumano le proprie responsabilità, considerando la nostra iniziativa un valido punto di partenza”, conclude Stig Engström.

Per maggiori informazioni su “Non Accident Generation” e “Dig Smart. Dig Safe”, vedere https://engcon.com/it_IT/possedere-un-engcon/sicurezza.html

404 - Impossibile trovare la pagina

Non abbiamo trovato la pagina che stavi cercando.

Si è verificato un errore

Prova a ricaricare la pagina per verificare se il problema si ripresenta.

Si è verificato un errore

Impossibile connettersi a Internet. Verifica che la connessione di rete funzioni correttamente.